.
Annunci online

SMisurataforza
La mia lotta contro la Sclerosi Multipla
DIARI
7 novembre 2012
Oggi sono cinque anni che convivo con la sclerosi multipla...
Questo post verrà pubblicato in automatico alle ore 19:25. A quell'ora sarò al lavoro, ed idealmente il mio pensiero tornerà indietro a 5 anni fa, a quella fredda serata di Novembre in cui per la prima volta mi venne presentata la mia unica e vera compagna di vita, la SCLEROSI MULTIPLA.

Rileggiamo cosa scrissi all'epoca:

"Precisamente le 19:25, quando un medico, in quella situazione di emergenza, va a prendere il referto e lo legge. 

SOSPETTA MALATTIA DEMIELINIZZANTE
. Mia madre è con me. E' una serata fredda di Novembre. Il dottore si fa coraggio e mi dice che la "sospetta malattia demielinizzante" si chiama SCLEROSI MULTIPLA. Finalmente le parole dai contorni indefiniti emergono dalla nebbia e prendono forma. SCLEROSI MULTIPLA. Non so neanche cosa sia. So che è una malattia brutta, ma non so precisamente cos'è. Il dottore mi spiega brevemente di cosa si tratta.

Altro che andare a casa, viene disposto immediatamente il ricovero in Neurologia. Vengo dimesso dal Pronto Soccorso, ma solo per essere ricoverato in reparto. Mi ci portano su sedia a rotelle. Mi sembra di vivere in un incubo. Prima di lasciare il PS mi giro e vedo mia madre in lacrime
".

Cinque anni, e sembra ieri. O forse no. tante cose sono cambiate, da allora. Da quel "giorno zero" che ha cambiato per sempre la mia vita. Ho accettato la malattia, ed ho imparato a combatterla.
Non mi posso lamentare, ho una vita normale: un lavoro, una famiglia che mi vuole bene, tanti amici. Cammino, nuoto, vado in bici, progetto viaggi. Alcune persone importantissime della mia vita invece sono scomparse, in primo luogo la mia ragazza dell'epoca, che ha vissuto con me i primi anni difficilissimi della malattia, colei con cui avrei voluto più di ogni altra cosa condividere una vita insieme. Ma non la biasimo, guardo al futuro. 

Sembra ieri, ma è oggi. Devo guardare al futuro. Al programma di disintossicazione che sto seguendo, alla CCSVI che forse un giorno farò, al lavoro, alle persone che mi vogliono bene.

No, stasera non farò caso all'orologio, anzi, lo lascerò a casa. Forse più o meno a quell'ora un pensiero partirà verso quella fredda serata di Novembre. O forse no.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sclerosi multipla

permalink | inviato da lamiavitaconlaSM il 7/11/2012 alle 19:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
6 novembre 2012
TIOBEC E SCLEROSI MULTIPLA

La neurologa, durante la visita di controllo del 6 Agosto u.s., mi ha prospettato per la prima volta l’utilizzo di un integratore di cui avevo già sentito parlare, peraltro in termini sempre molto positivi: il TIOBEC. E così ho deciso di provarlo. Il TIOBEC è per l’appunto un integratore (ATTENZIONE: non è un farmaco) in compresse, di acido alfa-lipoico (ALA), altrimenti conosciuto come acido-tiottico. Nella sua formulazione TIOBEC 400 compresse FAST-SLOW, apporta, per ogni compressa, 400 mg di ALA, più varie vitamine: C, PP, E, più quelle del gruppo B (B1, B2, B6, acido folico e B12).

Si tratta di un potente antiossidante, utile quindi per contrastare l’azione dei radicali liberi. Può essere preparato anche galenicamente, quindi con notevole risparmio. In tal caso però non sarebbero presenti le pur importantissime vitamine, e non si avrebbe soprattutto l’effetto RETARD, vale a dire il rilascio protratto del tempo di vitamine e ALA. 

Visto che ho toccato l’argomento risparmio, il TIOBEC 400, nella sua confezione da 40 compresse (se ne devono assumere due al giorno, una appena svegli e una nel primo pomeriggio, intorno alle 16) viene venduto a 25,30 €, una spesa quindi non indifferente. Purtroppo la spesa non è scaricabile nel 730, trattandosi appunto di integratore alimentare.

Ma cos’è l'ALA? Si tratta di un coenzima essenziale per il recupero delle funzionalità cellulari. Come detto poc’anzi è un potente antiossidante attivo sia nella fase acquosa che lipidica delle cellule.  Fornisce energia ed è utile per il recupero della funzionalità cellulare. La dottoressa che mi segue me l’ha prescritto per l’astenia (mancanza di forza agli arti). Da quando l’assumo, ovvero da Agosto, ho notato un piccolo miglioramento nella forza soprattutto della mano destra.

L’ALA è in grado di proteggere quindi anche i nervi dal danneggiamento dei radicali liberi.

Il Tiobec essendo un integratore, non ha controindicazioni, né effetti collaterali. Alcuni lamentano un cattivo odore delle urine, ma è un effetto assolutamente non preoccupante.

Alcuni ricercatori hanno scoperto che l’ALA sembrerebbe capace di impedire ai Linfociti T (responsabili dell’attacco alla mielina) di oltrepassare la barriera emato-encefalica. Tali risultati sono stati pubblicati sulla rivista JOURNAL OF NEUROIMMUNOLOGY (n. 148, Marzo 2004). 

L’ALA è una sostanza naturalmente presente nelle cellule del nostro organismo, in grado di superare la barriera emato-encefalica (membrana che protegge il cervello ed il midollo spinale) impedendo così ai Linfociti T di oltrepassare tale barriera attaccando la mielina. Si tratterebbe di un’importantissima attività immuno-soppressiva che può interferire efficacemente con i meccanismi immunologici della sclerosi multipla.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!

5 novembre 2012
Undicesima visita di controllo a Milano
La dottoressa che mi segue, nella precedente visita di Maggio, mi aveva prescritto oltre agli esami del sangue di routine anche un controllo su alcuni tipi di vitamina: vitamine del gruppo B (B1, B6, B12) e Vitamina E.

Gli esami del sangue, fatti agli inizi di Agosto, andavano bene. Da rilevare come sempre un alto valore di eosinofili (6,7%) e colesterolo poco al di sopra dei valori ideali (204 mg/dl a fronte di un valore ideale compreso tra 150 e 200).

Per quanto riguarda le vitamine sopra elencate:

B12: 679 pg/ml (range ideale191-663)
B1: 71 microgrammi/l (range ideale 28-85)
B6: 5,5 microgrammi/l (range ideale 3,6-18)
E: 17,5 microgrammi/l (range ideale 5-20)

La dottoressa, alla visita di controllo del 6 Agosto, mi ha consigliato di sospendere l'assunzione di Vitamina B12.
Per il resto mi ha consigliato un nuovo ciclo di fisioterapia, e prescritto la risonanza magnetica (con confronto della precedente) da fare a Ottobre-Novembre.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!

DIARI
4 novembre 2012
La mia rinascita è combattere la sclerosi multipla (Tiziana Galante)
LA MIA RINASCITA E' COMBATTERE LA SCLEROSI MULTIPLA. Potrebbe essere uno slogan dei miei, ma è il titolo di un bel libro di Tiziana Galante, pubblicato da "Carta e Penna Editore" a Febbraio 2010. Un volumetto di circa 100 pagine che avevo visto esposto in una libreria. La mia curiosità mi ha portato ad acquistarlo immediatamente.

Tiziana scopre di essere malata di sclerosi multipla nel 1979, e anche per lei il "campanello d'allarme" fu un fastidio all'occhio sinistro. Da quel momento inizia un calvario, i molti medici consultati non riescono a capire quali siano le cause dei disturbi che affliggono Tiziana, non ultimo i problemi di deambulazione. La terribile diagnosi arriva nel Settembre del 1990: sclerosi multipla! 

"Cominciò quindi una fase che penso attraversino tutti i malati, quando scoprono di esserlo". E da qui un percorso che sembra il mio: disperazione, rabbia, rassegnazione,il ricordo alla medicina alternativa. E soprattutto tanta voglia di informarsi.

Il libro racconta anche il controverso rapporto con l'AISM, la sedia a rotelle, il difficilissimo rapporto con la madre, la vita che diventa sempre più sedentaria, e l'avvicinamento al buddhismo.

"Tutti lottano per l'indipendenza. Non volevo perdere completamente la mia e cercavo ogni espediente per facilitare i movimenti che, un po' per volta, ma inesorabilmente, diventavano più faticosi. La mia malattia è cronica e si modifica nel tempo, costringendo chi ne è colpito ad accettare i diversi cambiamenti che avvengono internamente ed esternamente".

Tiziana è una donna forte, che non si abbatte. Continua ad informarsi, escogitando espedienti che le rendessero la vita meno faticosa: la carrozzina elettronica, le pinze prendioggetti, il solleva-malati.

Nel 2000 Tiziana conosce Francesco. Fu un amore difficile (quanto capisco i dubbi di Tiziana) ed osteggiata dalla madre di lei, coronato però nel matrimonio 3 anni dopo.

"Quanti e quali cambiamenti dovrò apportare alla mia esistenza non lo so, ma queste sono le regole del gioco e le ho accettate. Non vuol dire che mi sono arresa, ma distruggersi vedendo le proprie forze che diminuiscono a poco a poco, che variano a seconda del clima, del tempo, dell'ora e che un giorno non è mai uguale a quello precedente, serve a ben poco". 

Chiudono il libro due belle poesie di Hermann Hesse e Madre Teresa di Calcutta.

"Ho voluto raccontare la mia vita e la malattia come le ho vissute e le sto vivendo: in tal modo i malati, come me, si potranno confrontare e sapranno riconoscere che tutti noi siamo fortunati per l'amore delle persone che ci circondano e ci dimostrano ogni giorno".

LA MIA RINASCITA E' COMBATTERE LA SCLEROSI MULTIPLA è un bel libro che ho letto tutto d'un fiato. Nessun miracolo, nessun consiglio terapeutico, nessuna dieta da seguire. Solo il racconto intimo di una vita difficile fatta da una donna coraggiosa e non ancora rassegnata.Tutto questo silenziosamente, in punta di piedi, con estrema dolcezza. Un libro di cui consiglio la lettura.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
3 novembre 2012
Risultati del secondo mineralogramma del capello: i risultati cominciano a farsi sentire!


Commentiamo i risultati del secondo mineralogramma, fatto a Settembre 2012.

Il primo (Marzo 2012) aveva evidenziato una carenza di CalcioMagnesioRameFerro e Selenio, e una pericolosa intossicazione da Mercurio e Alluminio.
Secondo il Centro Studi Mineral Test, gli intervalli ideali secondo i dati raccolti sulla popolazione europea, per questi elementi, sono:

Calcio: 40-80 mg/100g
Magnesio: 6-10 mg/100g
Rame: 1,2-3 mg/100g
Ferro: 1,5-4 mg/100g
Selenio: 0,1-0,2 mg/100g
Mercurio: < 0,01 mg/100g
Alluminio: < 0,5 mg/100g

Ho quindi fatto una media, stabilendo quelli che seguono come valori IDEALI (100%):

Calcio: 60 mg/100g
Magnesio: 8 mg/100g
Rame: 2,1 mg/100g
Ferro: 2,75 mg/100g
Selenio: 0,15 mg/100g
Mercurio: 0,01 mg/100g
Alluminio: 0,5 mg/100g

Ebbene, a Marzo risultavo carente di:

Calcio: 48 % del valore ideale
Magnesio: 46 % del valore ideale
Rame: 40 % del valore ideale
Ferro: 34 % del valore ideale
Selenio: 24 % del valore ideale

Ed intossicato da: 

Mercurio: 1665 % del valore ideale (quasi 17 VOLTE il valore ideale!!)
Alluminio: 339 % del valore ideale (oltre 3 VOLTE il valore ideale!!)

A Settembre i valori di Calcio erano andati a posto, risultavo però ancora carente di:

Rame: 56 % del valore ideale (+16 %)
Ferro: 54 % del valore ideale (+20 %)
Selenio: 61% del valore ideale (+37 %)

Però il Magnesio, in carenza a marzo al 46%, è schizzato ora al 390% (+344 %)

Risulto ancora intossicato da:

Mercurio: 0,1021 mg/100g, ovvero 1021% del valore ideale
Alluminio: 0,909 mg/100g, ovvero 182 % del valore ideale

Ma è evidente che il livello di intossicazione è sceso di parecchio, il Mercurio è sceso a oltre 10 volte la soglia (prima era quasi 17 volte, quindi si è quasi dimezzato), mentre l'Alluminio rimane quasi al doppio della soglia massima tollerata (prima era oltre il triplo).

Ci sono inoltre un paio di piccole novità.
 
Come diceva il referto, c'è un "aumentata eliminazione di Piombo", mentre la new-entry, a mio giudizio quasi trascurabile, è una intossicazione da Antimonio.

I valori IDEALI per questi due elementi sono:

Piombo: < 0,05 mg/100g (valore preso come riferimento: 0,05)
Antimonio: 0,001-0,01 mg/100g (valore preso come riferimento: 0,0055)

In sostanza sono intossicato anche da Piombo (quasi 3 volte il valore ideale) e da Antimonio (più del doppio del valore ideale).

Concludendo, i valori di Calcio hanno raggiunto l'equilibrio, RameFerro e Selenio stanno aumentando (ma ci vorrà ancora qualche ciclo), mentre il Magnesio che prima era carente, ora risulta decuplicato (e quindi molto oltre i valori ideali).
Di contro, l'intossicazione da Mercurio e Alluminio sta scendendo (anche se c'è ancora molto da fare e bisognerà avere molta pazienza), mentre qualcosa si è smosso, e risulto ora intossicato anche da Piombo e Antimonio.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
2 novembre 2012
Il secondo mineralogramma del capello
Come avevo scritto in alcuni post precedenti, a Marzo 2012 ho fatto il primo mineralogramma del capello (analisi minerale tissutale) presso la Mineral Test s.a.s di Civitanova Marche. Le analisi di allora riscontravano una carenza di Calcio, Magnesio, Rame, Ferro e Selenio, e soprattutto un'intossicazione cronica da Mercurio e Alluminio!

Da allora la mia vita è cambiata. Di lì a poco ho provveduto a farmi rimuovere l'amalgama dentale che avevo in bocca, e ho cominciato una terapia disintossicante a base di un preparato galenico prescrittomi dal dottor Gerardo Rossi. Tre capsule al giorno, per 3 mesi. Ho cominciato la cura il primo giorno di primavera, il 21 Marzo, e l'ho finita il primo giorno d'estate, il 22 Giugno. Ho seguito scrupolosamente la posologia.

Il 25 giugno mi sono tagliato quasi completamente i capelli, e con tanta pazienza ho aspettato che ricrescessero nei due mesi seguenti.

In mezzo tante cose, il lavoro, le bellissime vacanze in Calabria, e le giornate al mare con i colleghi, solo per citarne alcune.

Il 6 Settembre i miei capelli erano abbastanza lunghi da poterli tagliare. Così ho fatto, ed ho prelevato, come fatto precedentemente, il campione da un grammo da spedire alla Mineral Test. Spedizione che ho effettuato il 10 Settembre.

Il risultato mi arrivava a stretto giro di posta qualche giorno dopo, il 21 Settembre.

"Dall'esame effettuato si evidenzia una carenza, principalmente di Rame, Ferro e Selenio.

Eccesso di Magnesio, Mercurio, Piombo, Alluminio e Antimonio.

Rispetto all'esame effettuato in data 01/03/2012 si rivela l'aumentata eliminazione di Piombo; diminuito il livello di Alluminio e Mercurio."

Questo il referto. Domani commenterò i risultati, pubblicando anche un'utile tabella che sto finendo proprio ora.

Solo un'anticipazione, una cosa che non riesco a tenermi dentro fino a domani: la cura sta facendo i suoi primi effetti!

Link:

-Qui parlo in modo approfondito del Mineralogramma: http://smisurataforza.ilcannocchiale.it/?YY=2012&mm=2&dd=26
-Qui parlo del mio primo Mineralogramma fatto a Marzo: http://smisurataforza.ilcannocchiale.it/?YY=2012&mm=3&dd=7
-Qui parlo del preparato galenico: http://smisurataforza.ilcannocchiale.it/?YY=2012&mm=3&dd=7
-Qui parlo dell'inizio della terapia: http://smisurataforza.ilcannocchiale.it/?YY=2012&mm=3&dd=21
-Qui parlo della rimozione degli amalgami: http://smisurataforza.ilcannocchiale.it/?YY=2012&mm=4&dd=4


-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!

DIARI
1 novembre 2012
Dodicesima visita di controllo al San Raffaele
Giovedì 25 Ottobre, di buon ora, mi sono recato all'ospedale per fare gli esami del sangue di routine. I risultati erano pronti pochi giorni dopo. Nessuna novità di rilievo, eosinofili un po' alti, come sempre (7,8 %, a fronte di un range ottimale compreso tra lo 0,2 e il 6%). E, come le ultime volte, colesterolo totale leggermente sopra il valore ottimale (204 mg/dl a fronte di un valore ottimale compreso tra 150 e 200 mg/dl).

La visita trimestrale di controllo al San Raffaele era in programma Mercoledì 31 Ottobre. La dottoressa mi ha trovato abbastanza bene, e mi ha ripetuto l'invito a cominciare un nuovo ciclo di fisioterapia (che comincerò comunque a breve). La risonanza magnetica invece è già fissata per il 27 Novembre, ad Alessandria. Insomma, non devo fare il pigro e devo muovermi di più. La prossima visita sarà in programma il 23 Gennaio 2013.

-----------------


Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
1 settembre 2012
Ci sono!
Sì lo so, sono passati 3 mesi o poco meno, 3 mesi in cui non ho scritto nulla sul blog. Tre mesi difficili, non brutti, ma difficili. Ora con il mese di Settembre voglio riprendere in mano il blog, e scrivere tutte le novità, che sono davvero tante! E allora da domani si riparte! Ho in cantiere tante cose, e novità importanti che spero di realizzare entro la fine dell'anno. Grazie di cuore a tutti, e scusate il silenzio!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sclerosi multipla

permalink | inviato da lamiavitaconlaSM il 1/9/2012 alle 23:47 | Versione per la stampa
DIARI
6 giugno 2012
Collagene e Fermenti lattici
COLLAGENE: se per necessità o per mettermi alla prova cammino un po' di più, le ginocchia (specialmente quella destra) cominciano a farmi male. Per questo ho deciso di provare un prodotto per mantenere in salute cartilagine e articolazioni (Jointace, prodotto dalla Vitabiotics). Si tratta di un'integratore alimentare di collagene, glucosamina e condroitina, con vitamine C, D3, E, B12, minerali ed estratto di zenzero. La Glucosamina è uno zucchero prodotto dall'organismo, conosciuto per i suoi effetti benefici sulle articolazioni. Serve infatti a produrre collagene, utile per mantenere sana la struttura della cartilagine e delle articolazioni. Inoltre, come ormai ben sappiamo, le vitamine C (50% RDA per dose giornaliera - 1 compressa), ed E (100% RDA) sono potenti antiossidanti, mentre sugli effetti benefici della vitamina B12 (al 200% RDA) non ci soffermiamo ulteriormente. La pastiglia contiene anche Zinco, Selenio, Rame e Manganese, guarda caso proprio gli elementi di cui sono carente.

FERMENTI LATTICI: avere uno stomaco "in ordine" è una priorità fondamentale, non solo se si soffre di SM. Così come mantenere in equilibrio la flora batterica intestinale. Stress, alimentazione scorretta, viaggi, orari di lavoro diversi possono essere un ostacolo per chi come me ha la digestione "lenta". E io di questi fattori negativi spesso non mi faccio mancare proprio nulla. Da qualche tempo a questa parte mi aiuto assumendo i fermenti lattici. Ne ho trovata una confezione, al supermercato, ideale (Nutron). Contiene 14 bustine, ognuna con (all'incirca) 8 miliardi di Bifidobacterium animalis lactis (cellule vive). Ogni bustina va disciolta, preferibilmente al mattino, in acqua o nella bevanda preferita. (non calda). Insomma, il mio intestino è andato a posto grazie ai fermenti lattici. 

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
5 giugno 2012
Betacarotene, lievito di birra, Omega-6
BETACAROTENE: ho scoperto l'importanza di questa "provitamina" (non è una vitamina vera e propria, quanto piuttosto un precursore della vitamina A), grazie alla "Piccola Guida agli Antiossidanti" di Liz Earle. Si tratta di un potente antiossidante che è utilissimo, al pari delle vitamine C ed E a combattere i radicali liberi. Il corpo è capace di convertire il betacarotene in vitamina A solo quando è necessario. Il betacarotene è un colorante vegetale (pigmento giallo-arancione). Una cinquantina dei 600 carotenoidi finora identificati possono essere convertiti dall'organismo in vitamina A, ma il betacarotene è senz'altro quello più efficace. Viene accumulato nei tessuti grassi e nel fegato, mentre una piccola parte circola nel flusso sanguigno. Oltre a proteggere la pelle dalle malattie, sembrerebbe prevenire il cancro. Il betacarotene è contenuto nella paprika, in pomodori, carote, prezzemolo, peperoncini piccanti, maggiorana, valeriana, basilico, zucca gialla, patate dolci, radicchio, spinaci, scalogno, albicocche. Grandi quantità di vitamina A sono tossiche, mentre la stessa quantità di betacarotene è del tutto innocua. Sarà l'organismo stesso a "scegliere" la quantità necessaria da convertire in vitamina A e non oltre.

LIEVITO DI BIRRA: per un breve periodo l'ho usato, puro al 100%, in compresse. Oltre ad essere un alimento dall'alto valore nutritivo (costituisce una delle più complete fonti di vitamina del gruppo B), contribuisce al benessere della flora intestinale. Attualmente, dopo la lettura del libro della Boroch ("Guarire dalla Sclerosi Multipla") l'ho eliminato dalla dieta, in quanto sembrerebbe essere uno degli alimenti preferiti della Candida albicans. Gli svantaggi in questo caso supererebbero i vantaggi!


OMEGA-6: Come gli Omega-3, sono un particolare tipo di acidi grassi polinsaturi. Di questa famiglia, quello più conosciuto è senza dubbio l'acido linoleico. Sembrerebbero svolgere una funzione di protezione del cuore e delle arterie, oltre ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue. Attenzione però, l'Omega-6 va assunto con moderazione. Se consumato in dosi eccessive infatti può diventare nocivo.
Fonti naturali sono noci, cereali, pane integrale, olio di lino. Secondo la Boroch, Omega-3 e Omega-6 vanno assunti quotidianamente perché rappresentano gli elementi costitutivi del cervello e del tessuto nervoso. Sembrerebbero quindi aiutare i malati di SM a ricostruire la guaina mielina. In particolare gli Omega-6 sono contenuti nelle uova, in semi e frutta secca a guscio al naturale, negli oli e nelle carni di animali alimentati a foraggio.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
4 giugno 2012
Integratore di vitamina B
Sull'importanza della vitamina B (e in particolare della B12) ho scritto più volte su questo blog. Tra l'altro la vitamina in questione è "caldeggiata" anche da Ann Boroch e dalla dottoressa Terry Wahls. Rimando agli interventi sul blog per un riassunto. Non solo vitamina B12, quindi, ma più in generale vitamine del gruppo B, in particolare B1, B2, B3 (detta anche vitamina PP) B5, B6, B8 (conosciuta anche come vitamina H), B9 (acido folico).
Ho trovato al supermercato un preparato che le contiene tutte: "Complesso B Completo", di Matt - Divisione Pharma. Si tratta di una confezione da 24 pastiglie di colore rosa, che apportano:

B1 (Tiamina): 120% RDA. La vitamina B1 è nota anche come "vitamina della mente" per i suoi benefici effetti sul sistema nervoso e sull'efficienza intellettuale. Conserva l'integrità funzionale del sistema nervoso.
B2 (Riboflavina): 120% RDA. Contenuta in carne di manzo e pollo, latte e derivati, pesce, uova, cereali integrali, legumi, lievito di birra, ortaggi a foglia verde, funghi, frutta oleosa.
B3 (detta anche vitamina PP): 120% RDA
B5 (Piridossina): 150% RDA
B6: 150% RDA. Migliora le prestazioni intellettuali.
B8 (conosciuta anche come vitamina H): 120% RDA
B9 (acido folico): 120% RDA
B12: 150% RDA

Posologia: 1 pastiglia al giorno, preferibilmente lontano dai pasti.

Una mancanza di vitamine del gruppo B altera i neurotrasmettitori. Come abbiamo visto, la Boroch sostiene che tale vitamina sia un requisito fondamentale per invertire il corso della SM.

La vitamina B è contenuta in molti alimenti come i cereali integrali, le verdure a foglia verde e i legumi. 

Fonti: 
-"La Bibbia delle Vitamine", di Earl Mindell", manuali BUR, 1988, pagg.34 e seguenti.
-"Guarire dalla Sclerosi Multipla", di Ann Boroch,Edizioni Il Punto d'Incontro, 2009.
-"Salute Naturale EXTRA", N. 18, Novembre 2010.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!

DIARI
3 giugno 2012
Kamut, semi di girasole, semi di zucca, trifoglio pratense, zucchero di canna
KAMUT: ne sono diventato un grande consumatore, nonostante in Italia i prodotti a base di questa farina siano venduti a prezzi molto elevati. Riesco ad ovviare a questo acquistando la farina e preparando il pane con la macchina del pane. Una delizia! Il grano Khorasan (la parola Kamut è un marchio registrato. Il Kamut può essere coltivato da chiunque, ma il nome è utilizzabile solo dall'azienda americana che lo ha registrato), è un cereale molto antico, si pensa venisse utilizzato dagli egizi 5000 anni fa. E' un alimento molto completo dal punto di vista nutrizionale, ricco di calcio, selenio, magnesio, fosforo, potassio, rame, carboidrati e proteine. Quello che ho sperimentato personalmente è l'ottima digeribilità e assimilabilità. Presenta chicchi molto grandi, che possono essere anche consumati previa bollitura e aggiunti ad esempio ad insalate. Si tratta di un prodotto genuino, ottenuto senza manipolazioni genetiche, una preziosa eredità ricevuta dai nostri avi.

SEMI DI GIRASOLE: si tratta di un alimento dalle indubbie proprietà, ma con un difetto non da poco: sono molto calorici! Ricchi di acidi grassi Omega-6, sono utili tra l'altro anche per abbassare il livello di colesterolo. I semi di girasoli contengono anche antiossidanti e un alto contenuto di vitamina E, oltre a diversi elementi quali manganese, selenio, magnesio, rame, zinco, ferro, zinco, sodio, selenio e fosforo. Li compro occasionalmente al supermercato.

SEMI DI ZUCCA: anch'essi li acquisto in vuota, al supermercato. Preferisco quelli tostati e salati. Sono ricchi di proprietà benefiche: contengono antiossidanti, vitamina E, selenio, magnesio, zinco e fosforo. Grazie all'azione di una sostanza detta cucubirtina, sembrerebbero proteggere l'apparato urinario sia maschile che femminile, espellendo i parassiti.

TRIFOGLIO PRATENSE: l'ho scoperto solo recentemente, grazie al libro di Ann Boroch. L'ho comprato per la prima volta in erboristeria (pagandolo 4 € al Kg.), ma nel periodo tardo primaverile lo raccolgo direttamente dai prati e lo faccio essiccare al sole. Come abbiamo visto, si tratta di un antifungino naturale, che elimina le tossine sia a livello epatico che intestinale, depurando sangue, reni e vescica. Ha un forte potere antiossidante, e si beve in infusione (quattro o sei cucchiaini lasciati in infusione per almeno 15 minuti in un litro d'acqua, poi filtrata e lasciata raffreddare).

ZUCCHERO DI CANNA: lo zucchero di canna è stata una soluzione intermedia, nell'attesa che scoprissi xylitolo prima e stevia poi. L'ho assunto in sostituzione dello zucchero bianco raffinato per un breve periodo (qualche settimana). Sempre meglio di quest'ultimo, certo, ma non mi sento di consigliarlo. Ancora oggi, se sono fuori casa e bevo un caffè al bar, lo utilizzo quando ho dimenticato a casa la bustina di stevia. Insomma, si tratta di una soluzione d'emergenza. I benefici nell'uso di zucchero grezzo anziché zucchero bianco raffinato sono ancora tutti da dimostrare.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
2 giugno 2012
La stevia ha sostituito lo zucchero
Dopo la breve esperienza con lo xylitolo, ho deciso di provare la stevia (Stevia rebaudiana).

Decisamente più economica! La stevia è una pianta perenne sudamericana, molto apprezzata come abbiamo visto da Ann Boroch nel suo libro "Guarire dalla Sclerosi Multipla". 

Tra le altre cose aiuta ad eliminare dal sangue la Candida albicans, e a riequilibrare il tasso di zucchero. 
In Italia il commercio ne era proibito (perché considerata additivo alimentare) fino a Gennaio 2012.

E' il dolcificante naturale più potente, le foglie di questa piccola pianta vengono essiccate e macinate. E' 15-20 volte più dolce del normale zucchero, può essere consumato anche dai diabetici, e non provoca carie.

Acquisto le bustine Dietor (30 bustine, 2,50 €) che mi porto anche al lavoro. Tra l'altro lo stevia apporta 6 volte meno calorie rispeto allo zucchero bianco (una bustina 3,9 kcal).

Insomma, la stevia, per quanto mi riguarda ha sostituito quasi del tutto lo zucchero. Come dicevo ad una collega l'altro giorno, a volte mi capita di assaggiare qualche prodotto che contiene zucchero bianco raffinato, e sono quasi nauseato dall'eccessiva dolcificazione. Questo mi fa capire che viviamo in una società drogata dallo zucchero. In Italia il consumo pro-capite di zucchero è di circa 24 Kg all'anno (dati federalimentare.it), vale a dire 65 grammi al giorno!

Fonti:
http://www.federalimentare.it/news_det.asp?ID=330

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
1 giugno 2012
Decima visita di controllo al San Raffaele
Venerdì 11 Maggio ho fatto gli esami del sangue di routine all'ospedale della mia città.
I risultati erano pronti Martedì 15. Esami abbastanza in regola, si segnala però:

-lieve aumento eosinofoli, per la prima volta dopo diverso tempo (6,9% contro un range ideale che può variare da 0,2 a 6%).
-colesterolo un po' alto (217 mg/dl contro un valore ideale che si assesta da 150 a 200).

Il giorno dopo, il 16 Maggio, vado alla visita trimestrale di controllo. La dottoressa mi dice di fare un po' più di attenzione all'alimentazione, e soprattutto di continuare la fisioterapia. ("Riferisce lieve peggioramento, anche se fluttuante, della stenia").

Il lieve aumento del valore degli eosinofili può essere causato dalla lieve allergia alle graminacee. L'ultima volta che gli esami avevano rivelato eosinofili un po' alti fu a Dicembre 2010.

La dottoressa mi prescrive già la prossima risonanza di magnetica (da fare a settembre-ottobre).

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
17 aprile 2012
La (breve) esperienza con lo xylitolo...
Seguendo i suggerimenti di Ann Boroch, ho deciso di limitare quasi del tutto lo zucchero raffinato, e di sperimentare nuove strade. Che lo zucchero bianco non facesse poi bene lo sapevo da tempo, tanto che da qualche mese lo avevo quasi del tutto sostituito con quello grezzo di canna.
Lo xyilitolo era fortemente consigliato dalla dottoressa americana, assieme alla stevia, ma mentre quest'ultimo era ancora proibito in Italia, perché considerato un additivo alimentare (la vendita sarà liberalizzata solo da Gennaio 2012), lo xylitolo si poteva liberamente acquistare.

Già ma dove?

A Dicembre 2011 ho provato a chiedere ad erboristerie, parafarmacie, farmacie, drogherie, ma nulla. Nessuno lo aveva. Ho così fatto una ricerca su Internet e l'ho trovato abbastanza facilmente. Il 9 Dicembre lo ordino sul sito http://www.myprotein.co.uk, pagando 10,89 € la confezione da 500 grammi. Il pacco mi viene consegnato una settimana dopo, il 16 Dicembre.

Certo, molto caro, considerato che è durato poche settimane.

Lo xylitolo è ricavato dalla corteccia della betulla, ed è un carboidrato che viene metabolizzato lentamente, per cui non fa aumentare rapidamene la glicemia. La Boroch ne consiglia l'uso in piccole quantità, per esempio pasticche e mentine. Poiché secondo me non zucchera tantissimo, ne utilizzavo un cucchiano abbondante ad esempio nel caffè. Altro che iccole quantità! Di lì a poco sarebbe stata liberalizzata la vendita della stevia, ma di questo parlerò a breve.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sclerosi multipla xylitolo stevia

permalink | inviato da lamiavitaconlaSM il 17/4/2012 alle 21:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
16 aprile 2012
Considerazioni finali su GUARIRE DALLA SCLEROSI MULTIPLA, di Ann Boroch
Non mi era mai capitato di leggere un libro, pensare che dicesse cose che già sapevo da tempo, e risultarne tuttavia fortemente entusiasta della lettura! In effetti sembra una cosa alquanto anomala, ma è così. Il libro in questione è ovviamente GUARIRE DALLA SCLEROSI MULTIPLA, scritto dalla dottoressa Ann Boroch, e pubblicato in Italia da IL PUNTO D'INCONTRO. Un libro di circa 300 pagine, che ho letto due volte, sottolineando ed annotando a margine i passaggi più importanti, come ai tempi dell'università.

Perché ne sono rimasto così affascinato? Perché questo libro, per un incomprensibile (o forse no?) scherzo del destino, giunge in un momento particolarmente importante della mia lotta alla SM. E rappresenta così un punto di riferimento, un lume sulla mia strada, uno spartiacque, poche saggie parole che mi dicono: "la strada che stai seguendo è quella giusta!".

E questo "tirare le somme" mi è stato molto d'aiuto, e continua ad esserlo. A cominciare dalle prime pagine, in cui la Boroch racconta degli esordi della malattia: la prima volta che l'ho letto avevo quasi le lacrime agli occhi, sembrava di leggere la mia storia!

Il libro indica un percorso di guarigione, un tentativo di "invertire il corso della SM", tanto per usare le parole della scrittrice, che mi dà la conferma che quanto ho studiato ed appreso negli ultimi anni è vero ed efficace, e rappresenta la strada giusta.

Vitamine del gruppo B (tra cui la B12), C, D, E, bioflavonoidi, acidi grassi Omega-3 ed Omega-6, l'importanza di un'alimentazione sana e soprattutto bilanciata, con frutta secca a guscio, mandorle, semi di lino. Inoltre acqua (preferibilmente a basso valore di residuo fisso) da bere in quantità per eliminare le tossine (proprio come diceva F. Batmanghelidj nel suo illuminante IL TUO CORPO IMPLORA ACQUA), l'importanza di depurare il fegato intossicato, ed ancora ginkgo biloba, fermenti lattici, curcuma, cavoletti di Bruxelles, the verde, aloe vera.

E ancora la rimozione degli amalgami al mercurio, la lotta ai radicali liberi, l'analisi minerale del capello, filtri HEPA e ionizzatori, integratori liquidi di ossigeno.

L'attento lettore del blog avrà già notato che in questi quasi due anni ho affrontato quasi tutti gli argomenti, e di alcuni ne parlerò nei prossimi giorni.

Tutte cose che già sapevo? Non proprio. L'indicazione di eliminare zuccheri raffinati, latticini e alimenti industriali è stata utilissima, ed è stata adottata proprio grazie ai suggerimenti della Boroch. Spazzatura dentro=spazzatura fuori, questo è un motto che ho fatto mio.

Giudico GUARIRE DELLA SCLEROSI MULTIPLA un libro illuminante, che mi ha aiutato e mi sta aiutando molto. Le coincidenze non esistono, e niente accade per caso. Questo è un libro che è la SUMMA di tutto quanto ho appreso in anni di studi, e che mi ha fatto capire che sto agendo bene. Questo un riassunto dei 6 interventi sul blog che parlano del volume della Boroch:

PARTE 1: Guarire dalla sclerosi multipla: la storia di Ann Boroch [parte 1]
PARTE 2: Candida albicans: la causa della sclerosi multipla? [parte 2]
PARTE 3: Ancora sugli amalgami al mercurio [parte 3]
PARTE 4: Gli zuccheri raffinati possono portare alla sclerosi multipla [parte 4]
PARTE 5: Invertire il corso della sclerosi multipla [parte 5]
PARTE 6: I rimedi per rigenerare un organismo esaurito e intossicato [parte 6]

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
15 aprile 2012
I rimedi per rigenerare un organismo esaurito e intossicato [parte 6]
Il libro di Ann Boroch, "Guarire dalla Sclerosi Multipla" continua suggerendo metodi alternativi per "rigenerare un organismo esaurito e intossicato". Una dieta sana consiste in "frutta e verdure fresche e biologiche, cereali integrali, semi e frutta secca a guscio al naturale, legumi vari, oli e dolcificanti non raffinati, pesce e carne priva di ormoni e antibiotici. Adottando una dieta a base di acqua e alimenti integrali non trasformati, è possibile smettere di sostenere il processo patologico della SM e permettere alle cellule, ai tessuti e ad altri organi sani di riprodursi". [pag. 127].

La dottoressa sostiene che "qualche proteina animale (animali alimentati a foraggio, senza antibiotici e ormoni) ogni settimana è il modo più semplice per mantenere l'organismo in equilibrio. [...] Pertanto, poiché la SM è una condizione infiammatoria, è bene evitare le carni rosse o consumarle in piccole quantità" [pag. 129]. Quindi si ritorna a parlare dei "grassi buoni" come Omega-3 e Omega-6, utili per riparare la guaina mielinica e ridurre l'infiammazione. [pag. 130], dell'importanza di verdura e frutta, e dei dolcificanti non raffinati, tra cui stevia e xylitolo [pag. 133]. Sulla stevia ritornerò presto.

E' preferibile consumare alimenti crudi, perché la cottura distrugge gli enzimi necessari per digerire ed assimilare cibi.
Si cita quindi il famoso libro di F. Batmanghelidj, "Il tuo corpo implora acqua", libro che già conoscevo bene, e di cui avevo parlato qui.
Nel Capitolo 11 [pagg. 139 e seguenti] si parla di ambiente, aria pulita, ionizzatori e filtri HEPA, e dell'importanza di preferire acqua in bottiglia a basso residuo fisso. Tutte cose che già sapevo! Ad esempio, dei filtri HEPA ne parlavo il 3 Luglio 2010, quasi 2 anni fa!

Seguono alcuni capitoli [12-15] su stress, respirazione, meditazione e salute mentale ed emotiva. Capitoli sui quali non mi soffermerò, invitando però alla lettura, perché secondo me tracciano il profilo ed un approccio giusto per affrontare la malattia. Si racconta la storia di alcuni pazienti [Cap. 16], ed infine si suggerisce un "programma di trattamento" [quarta parte]. Si tratta di consigli alimentari per combattere la Candida albicans, che secondo la Boroch è la concausa della malattia. Si propone quindi una dieta anticandida in cinque settimane, proponendo vari tipi di menù ed anche ricette. Questo, a mio giudizio, è la parte forse meno interessante del libro.

Si parla, nelle ultime pagine [pagg. 239 e seguenti] di aloe vera, ginkgo biloba, vitamine del gruppo B, olio di pesce, vitamine E, C e D, vitamina B12 e the verde.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
14 aprile 2012
Centomila grazie a tutti voi!
Ieri, Venerdì 13 Aprile, il blog SMisurataForza ha raggiunto l'importantissima cifra di 100,000 hits.
Non mi piace autocelebrarmi, vorrei solo ringraziare di cuore tutti voi che avete permesso al sito di crescere giorno dopo giorni. Facendo un rapido calcolo, ciò vuol dire che viaggiamo sulla media di (quasi) 150 accessi al giorno...

Sto ricevendo importantissimi attestati di stima ed affetto in questi giorni, quasi da commuovermi.

Grazie.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sclerosi multipla

permalink | inviato da lamiavitaconlaSM il 14/4/2012 alle 19:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
6 aprile 2012
Tisana (fortemente) depurativa
Il giorno 18 Febbraio 2011, oltre un anno fa, raccontavo della mia "tisana" per depurare il sangue. Per le mie tisane depurative mi rivolgo alla mia erborista di fiducia, una donna veramente molto brava e sapiente.
Oggi pomeriggio sono tornato, e poiché voglio disintossicarmi dal mercurio e dall'alluminio presenti in quantità enormi del mio corpo, ho chiesto una tisana che depurasse non solo fegato, ma anche sangue e tessuti. E che in più drenasse.

La brava erborista mi ha pazientemente ascoltato (le ho raccontato anche della mia malattia e di come potrebbe (uso il condizionale) essere causata appunto da un accumulo di materiali tossici nel cervello.

La tisana che mi ha miscelato è così composta:

-10 g. ortica: pianta ricca di ferro e clorofilla, è antianemica, depurativa del sangue e dei liquidi organici e diuretica.
-40 g. tarassaco: abbiamo parlato più volte in questo blog del tarassaco. Depura e rigenera fegato ed organismo. Ha proprietà diuretiche. Drena e depura il sangue.
-50 g. gramigna: erba disintossicante e diuretica, ha un'azione antinfiammatoria per le vie urinarie. Essendo un drenante epato-biliare, è consigliata appunto per le cure disintossicanti.
-30 g. semi di cardo mariano: per combattere le disfunzioni e le infiammazioni epatiche. Accelera la rigenerazione delle cellule epatiche. Combatte gli effetti dei radicali liberi nel fegato.
-20 g. carciofo: questo ortaggio è un depurativo, disintossicante e digestivo per antonomasia. Elimina le tossine dal sangue e soprattutto dal fegato.
-20 g. betulla: diuretica e depurativa, la betulla è ricca di flavonoidi. Combatte anche le insufficienze venose. Stimola la diuresi e riduce il tasso di colesterolo nel sangue.
-20 g. malva: antinfiammatoria e lassativa.
-10 g. menta dolce: oltre a rendere la tisana estremamente aromatica, ha proprietà antisettiche ed antispasmodiche. Contiene molti flavonoidi, e sembrerebbe proteggere anche il sistema nervoso.
-50 g. finocchio: oltre a ridurre l'accumulo d'aria a livello addominale, il finocchio è un ottimo digestivo e depurativo.

Occorre portare ad ebollizione l'acqua (un litro), far bollire tre cucchiai per 5 minuti, spegnere il fuoco e lasciare in infusione per altri 10 minuti. Quindi filtrare, imbottigliare e lasciare rafreddare. La tisana va consumata entro 24 ore. Io la preparo la sera e la bevo il giorno dopo, un sorso ogni tanto, lontano dai pasti. L'erborista me ne ha consigliato l'assunzione almeno per 2 mesi.
E' possibile zuccherarla, aggiungerò stevia o miele.

DIARI
4 aprile 2012
Rimozione degli amalgami: finalmente l'ho fatta! E vi racconto tutto!
Oggi 4 Aprile 2012 è un giorno importante per me: il giorno della rimozione degli amalgami al mercurio che avevo in bocca da ormai una ventina d'anni, se non di più! Tutto il giorno non pensavo ad altro, all'appuntamento che avevo alle 16, ad Alba, dal dottor Barile. Il dottor Barile è uno dei pochissimi dentisti in Italia che esegue la rimozione con protocollo protetto, e la fortuna ha voluto che fosse a pochi chilometri da casa mia!

Facciamo un rapido punto della situazione:
qui parlo della mia decisione di rimuovere gli amalgami [27 Febbraio];
qui parlo della mia prima visita dal dottor Barile [29 Febbraio];
questa è la pagina del sito del dottor Barile dove si spiega l'intervento.

Entrato in sala alle 16.40, mi è stata fatta l'anestesia alle 16:45. Il dottore ha atteso una ventina di minuti prima di cominciare con l'operazione.

Come ho scritto appunto nel precedente post, avevo solo un'amalgama in bocca, fonte altamente tossica di mercurio per oltre una ventina d'anni. Il mineralogramma della Mineral Test, fatto il mese scorso, ha evidenziato una concentrazione di mercurio di oltre 17 (DICIASSETTE) volte sopra la norma (oltre ad alluminio 3 volte e mezza sopra la soglia)... praticamente sono avvelenato da questo minerale tossico, il più tossico tra i minerali non radioattivi!

Ricapitolando:
qui parlo della mia decisone di fare il mineralogramma [26 Febbraio];
qui riporto l'esito del mineralogramma [7 Marzo];
questo è il sito della Mineral Test del dottor Rossi.

E' cominciata così una cura disintossicante, a base del preparato galenico preparato dal dottor Gerardo Rossi, preparato galenico che oltre a far opera di disintossicazione e pulizia, sta andando a reintegrare i minerali di cui il mio corpo è carente: magnesio, rame, selenio, calcio, ferro e zinco.
Nei giorni scorsi avevo chiesto al dottor Rossi se potevo iniziare da subito la cura, o se era meglio che attendessi l'operazione. Il dottore mi ha risposto che avendo solo un'amalgama, potevo cominciare ad assumere le 3 capsule giornaliere. Cura che sta proseguendo tuttora (e sono passati 15 giorni].

Ricapitolando,
qui parlo dell'arrivo del preparato galenico [16 Marzo];
qui parlo dell'inizio della cura [21 Marzo].

Ma torniamo al dottor Barile, che mi ha applicato benda bagnata sugli occhi (per proteggerli), sondino con ossigeno nel naso, e diga di gomma in bocca. Il dottore si è a sua volta premunito indossando una mascherina.

L'operazione quindi è iniziata. Di preciso non so cosa sia successo, perchè la garza bagnata mi impediva di vedere, ma il dottore è andato a rimuovere l'amalgama frantumandolo in più pezzi. I vapori naturalmente venivano aspirati con l'apposito aspiratore per i vapori di mercurio. E il mercurio frantumato finiva nella diga e veniva rimosso.

L'operazione di per sè è durata un quarto d'ora. Dolore sentito: zero (anche grazie all'anestesia). Ero naturalmente un po' teso, è il poggiatesta mi dava un po' fastidio, ma questo era il meno.

Il dottore ha sostituito il mercurio con una resina composita di colore bianco che risulta esteticamente decisamente meglio del grigio scuro-nero del mercurio.

Mi sentivo benissimo, e appena uscito sono andato a fare una passeggiata per Alba con mia madre, ed ho guidato fino a casa!

Prima di andare via ho consegnato il "papiro clinico" (una serie di domante sulla mia storia medica), fissando un'appuntamento per il prossimo 25 Maggio (rimozione di una radice).

A distanza di un paio d'ore dall'operazione l'effetto dell'anestesia è svanito. A distanza di 4 ore ho cenato, ed ora che ne sono passate oltre cinque sto scrivendone il resoconto sul blog. Mentre mangiavo sentivo un piccolissimo dolore al dente, ma ora è del tutto scomparso.

Seguendo i consigli di Cristiana e della mia amica Patrizia, domani andrò a richiedere l'impegnativa per gli esami del sangue, e venerdì li farò. Questo per vedere se il mercurio ha fatto danni. Tale esame va fatto entro e non oltre 72 ore dall'operazione.

Inoltre passati due mesi dalla fine della cura disintossicante (quindi verso la fine di Agosto) farò nuovamente il Mineral Test per vedere se i livelli degli elementi buoni e cattivi sono migliorati.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
3 aprile 2012
Domani rimozione amalgami!
Domani 4 Aprile è in programma la rimozione dell'otturazione dentale (amalgama al mercurio) ad Alba, presso lo studio del Dottor Barile. Sono un po' in ansia, ma felice perchè da domani sera non avrò più del mercurio in bocca. Naturalmente vi racconterò al più presto tutto. Incrociate le dita per me! Intanto vado a compilare il c.d. "papiro clinico".

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
30 marzo 2012
Invertire il corso della sclerosi multipla [parte 5]
Scusate l'assenza di questi ultimi giorni, ero un po' stressato per il nuovo lavoro, e mi sono dedicato animo e cuore a studiare le procedure! Come una matricola alle prese con i suoi primi esami universitari, prendevo appunti, li trascrivevo, facevo schemi, ecc.

Torniamo a noi e all'illuminante libro di Ann Boroch, Guarire dalla Sclerosi Multipla. Nei capitoli successivi la dottoressa ritorna sulle cause che potrebbero scatenare la malattia. Abbiamo visto come secondo lei essa sia portata da un'eccessivo sviluppo di Candida albicans. Essa, a causa di problemi di maldigestione, altera l'ambiente interno del corpo e indebolisce il sistema immunitario. La Candida ed i suoi sottoprodotti penetrano continuamente nel flusso sanguigno, ed attaccano il sistema nervoso centrale (pag. 103). Abbiamo visto come questo lievito/fungo sia abbastanza elusivo, e quindi un esame del sangue per individuarlo potrebbe essere poco coerente. La soluzione ideale è quella di affidarsi ad uno specialista.

Il libro continua con l'elenco di alcuni medicinali per debellare la Candida, soffermandosi però sugli antifungini naturali (pag. 108): ecco che ritorna l'infuso di trifoglio pratense che abbiamo incontrato più volte! Bisognerebbe arrivare a berne quattro o sei cucchiani lasciati in infusione per almeno 15 minuti in un litro d'acqua, ogni giorno. Tale bevanda aiuta a depurare sangue, reni e vescica.
Anche i semi di lino polverizzati eliminano le tossine (pag. 109). Soprattutto però è necessario eliminare zuccheri, latticini, lievito e carboidrati raffinati. Occorre in sostanza disintossicarsi da anni di errata alimentazione, mangiando più alimenti crudi, biologici, non industriali (pag. 117). Occorre bere molta acqua, se si riesce due litri al giorno (pag. 118).

Si parla anche dell'importanza del succo di aloe vera per riparare la mucosa del tratto intestinale (pag. 118), della curcuma, delle vitamine del gruppo B.

Secondo la Boroch è possibile riparare la mielina del SNC (pag. 123), con gli acidi grassi essenziali Omega-3 e Omega-6. Essi andrebbero assunti quotidianamente perché rappresentano gli elementi costitutivi del cervello e del sistema nervoso. Questo è un'argomento molto interessante. Per la ricostruzione del SNC sono fondamentali le vitamine C ed E. Sono due antiossidanti molto importanti, che proteggono il cervello dai danni causati dai radicali liberi. Fondamentali sono inoltre le vitamine del gruppo B ed in particolare la B12! Ed il coenzima Q10.

Il libro parla anche dell'analisi minerale del capello, per conoscere i limiti di intossicazione del nostro corpo! E suggerisce la rimozione delle amalgame, effettuata da un "dentista che abbia esperienza dell'operazione".

Il cerchio sembra chiudersi: tranne qualche new-entry (coenzima Q10 ed infuso di trifoglio pratense), la Boroch parla di cose che già pratico da tempo! Vitamine del gruppo B, vitamina B12, vitamina C, vitamina E (che assumo con perle di olio di germe di grano, ne parlerò a breve), acqua, semi di lino, analisi del capello, rimozione della amalgame dentali, Omega-3 ed Omega-6. Ho fondati motivi per credere che la strada che sto percorrendo, dopo anni di studi, sia quella giusta.

In fondo il libro della Boroch mi ha dato conferma di quello che sapevo da tempo: per "invertire il corso della SM", tanto per utilizzare la terminologia stessa della dottoressa, bisogna imparare a trattare bene il proprio corpo, con una dieta il più possibile sana. E qui (questo lo aggiungo io) ritorna in gioco la "paleo-dieta" della dottoressa Terry Wahls [vedi post del 5 e 6 Marzo u.s.].

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
21 marzo 2012
Ho cominciato la disintossicazione!
Oggi, 21 Marzo, primo giorno di primavera, ho cominciato la cura a base delle capsule preparate dal dottor Rossi della Mineral Test. Tre compresse al giorno, da assumersi prima dei pasti, per un totale di 90 giorni. Praticamente per tutta la primavera. Visto che colazione e pranzo la faccio al lavoro, ho portato le prime due in un piccolo contenitore.

Al telefono il dottor Rossi, tramite la sua segretaria, mi ha detto che potevo cominciare l'assunzione da subito, in quanto ho solo un'otturazione.
Ne parlo qui e qui.

Sò che ci vorrà tanta pazienza, ma ho iniziato la strada della disintossicazione totale dai veleni che ho nel corpo. Prossima tappa: il 4 Aprile, per la rimozione dell'amalgama!

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla" (in cui viene dato un ampio risalto alla CCSVI del professor Paolo Zamboni), acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!
DIARI
20 marzo 2012
Gli zuccheri raffinati possono portare alla sclerosi multipla [parte 4]
Cattiva alimentazione: spazzatura dentro=spazzatura fuori. Così si apre il Quarto Capitolo (pag. 67 e seguenti) del libro di Ann Boroch: "Guarire dalla sclerosi multipla". In effetti "siamo quello che digeriamo". La dieta per un malato è fondamentale. Il fegato rappresenta il principale organo disintossicante dell'organismo. Una mancanza di vitamine del gruppo B, ad esempio, si ripercuote negativamente sul sistema nervoso ed emotivo,

Lo zucchero raffinato in qualunque sua forma (saccarosio, fruttosio, sciroppo di mais, ecc) è una delle sostanze più nocive. La Boroch tornerà molto spesso su questo punto. Secondo la dottoressa americana, "le recrudescenze dei sintomi di SM peggiorano e diventano più frequenti se il paziente ingerisce ad alto tenore di zucchero". Inoltre la Candida albicans si alimenta di zucchero. La Boroch è perentoria: "il passo più importante da compiere per bloccare la'vanzamento della SM è di eliminare dall'alimentazione lo zucchero raffinato" (pag. 71). Lo zucchero può portare alla sclerosi multipla (pag. 73).

Da eliminare o fortemente limitare inoltre il consumo di carboidrati raffinati (ad es. il tricloruro d'azoto, l'agente sbiancante usato per raffinare la farina, è velenoso ed è stato collegato a ulcera, schizofrenia e SM - pag. 74), i latticini, le carni che contengono antibiotici ed ormoni, la caffeina e l'alcool (pagg. 76 e 77). Pesci come il salmone e il merluzzo, invece, sono ricchi di acidi grassi essenziali, che aiutano a ripristinare la guaina mielinica.

Il Capitolo 7 (pag. 95 e seguenti) è dedicato allo stress psicologico e spirituale. Si parte dal presupposto che i pensieri creano energia. Ciascuna cellula inoltre pensa e possiede una sua memoria. Quando si soffre di Sm è facile lasciarsi dominare dalla paura, inoltre la malattia è legata ad una scarsa autostima e a rabbia repressa. Anche lo stress mentale ed emotivo è uno dei fattori che indebolisce il sistema immunitario, e un sistema immunitario indebolito con il tempo equivale a malattia.

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla", acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!!
DIARI
19 marzo 2012
Ancora sugli amalgami al mercurio [parte 3]

Le otturazioni (pag 60) sono costituite per il 52% da mercurio. I restanti metalli sono argento, stagno, rame e zinco.

La SM è una delle condizioni primarie collegate all'avvelenamento da mercurio. Il mercurio, come abbiamo visto, è un elemento tossico e velenoso che si accumula nei nervi, nel cervello, nei reni e nel fegato di chi vi è esposto.

Le amalgame sono entrate in uso principalmente per la loro durata. Il problema è che con il tempo si logorano. Il mercurio fuoriesce dalle otturazioni sotto forma di vapore generato dalla masticazione.

Penetra quindi nel flusso sanguigno, e giunge in tutte le parti dell'organismo. Anche sul cervello. La tossicità del mercurio rappresenta un disturbo autoimmune. Il mercurio è il più tossico elemento non radioattivo sulla terra. Il capitolo si chiude con una raccomandazione: "Non tutti coloro che soffrono di SM hanno otturazioni di amalgama, pertanto si tratta solo di una parte del quadro. Raccomando però a chi è affetto da SM e ha queste otturazioni di rimuoverle".

-----------------

Vi ricordo il link del mio libro sulla sclerosi multipla, "Mille Giorni di te e di me - La mia vita con la sclerosi multipla", acquistabile esclusivamente a questo indirizzo:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=517897

(mi sono tenuto molto basso con i prezzi, il mio intento è esclusivamente quello di coprire almeno i costi di pubblicazione, che per me sono stati ingenti).
Non è una fregatura, fidatevi di me: ho cercato di raccontare in modo dettagliato i miei primi 3 anni con la sclerosi multipla, cercando di dare consigli per vivere la malattia in modo il più possibile naturale e non limitante!
Ne è venuto fuori a mio giudizio (ma anche a giudizio di chi l'ha letto) un bel lavoro di 130 pagine, che ho cercato di curare al meglio. Nessuna fotocopia di cartelle cliniche o referti medici, solo la mia storia e i miei modesti consigli per vivere la sclerosi multipla come una persona assolutamente normale!!

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 450655 volte

http://www.wikio.it Wikio - Top dei blog



IL CANNOCCHIALE